A Era sulle antiche tracce della Via Regia

video: 

You are missing some Flash content that should appear here! Perhaps your browser cannot display it, or maybe it did not initialize correctly.

Il circolo di Legambiente Valchiavenna ha organizzato una serie di escursioni chiamate “Scoprire il territorio in compagnia”.
Lunedì 19 luglio 2010, un gruppo di ragazzi, dagli 8 ai 13 anni, accompagnati da Lorenza e Laura di Legambiente, è andato a Era per scoprire testimonianze del passato.
I ragazzi, guidati dalla Signora Noemi Paggi, hanno visitato la parte più antica di Era, ovvero la Cueta, scoprendo che il paese di Era anticamente era costituito da vari nuclei, tutti abitati. Ora la maggior parte di essi è disabitata e diroccata. La Cueta era il nucleo situato più in basso.
L'allegra compagnia ha potuto visitare un vecchio pozzo, un torchio, un forno comunitario e osservare le tracce delle stalle dove si fermavano i cavalli a riposare lungo una deviazione della via Regia, detta anche Francisca.
La via Regia, costruita in epoca romana, perse importanza tra il 400 e il 1000 avanti Cristo. Riprese vita nel 1256, quando iniziò la bonifica del fondovalle. I resti che si vedono oggi, quelli vicino alle prime cappelle della Via Crucis che portano alla chiesetta di S. Andrea, sono sicuramente di epoca medioevale.
Dove la via Regia incrocia la diramazione che porta a S. Andrea, i ragazzi hanno potuto osservare anche i resti di un antico mulino. La pala di metallo che si vede oggi, non è quella originale, che era di legno e molto più grande.

Riprese di Marco Balatti, voce di Marco Balatti, montaggio Massimo Magno e Marco Balatti